Delegazione del Victoria and Albert Museum visita la Pinacoteca

Giovedì pomeriggio una piccola delegazione proveniente dal Victoria and Albert Museum (V&A) di Londra ha visitato la Pinacoteca Civica, soffermandosi particolarmente sul piviale di Niccolò IV, custodito in una grande bacheca, situata all’interno della Sala del Piviale, che è ornata da una elegante volta a botte.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl V&A è il più importante museo al mondo per quanto riguarda le arti minori e le arti applicate: gli amanti della moda possono ammirare prestigiose esposizioni di abiti del passato e moderni capolavori, realizzati con stoffe e tessuti di gran pregio. Proprio la curatrice museale della sezione dedicata all’arte tessile, nonché organizzatrice di importanti mostre dedicate a imparaticci, sete e tessuti di pregio, Clare Brown, era presente, assieme a Glyn Davies, curatore della sezione di arte medievale e a Michaela Zöschg, storica dell’arte e studiosa di tessuti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAI tre (anzi i quattro, c’era anche l’autista, molto curioso di ammirare il tesoro custodito nella Pinacoteca ascolana) sono stati accompagnati dal prof. Papetti di fronte alla bacheca del Piviale, che presenta una copertura in vetro, la quale può essere sollevata in casi davvero speciali, per mostrare meglio la qualità tessile dell’opera e i suoi dettagli preziosi. Ricordiamo che il piviale di Niccolò IV venne donato dal Pontefice ascolano alla Cattedrale nel 1288, una volta salito al soglio pontificio. Com’è noto, nel 1902 il piviale venne trafugato. Due anni più tardi fece la sua apparizione in una mostra al South Kensington Museum di Londra (che diventerà poi il Victoria and Albert), prestato dal banchiere miliardario americano J. Pierpont Morgan, il quale lo aveva acquistato a Parigi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERANel 1907, dopo la scoperta e la generosa restituzione dell’opera al governo italiano, il piviale fu consegnato alla Pinacoteca. Non smetteremo mai di sottolineare l’importanza di questo reperto: si tratta di un esemplare straordinario di “opus anglicanum”, conservato in perfette condizioni. Clare Brown ha chiesto di poter esaminare l’opera sollevando il vetro e la sua richiesta è stata accolta. Per mezz’ora ha fotografato con il suo tablet a distanza ravvicinata i numerosissimi dettagli iconografici: si tratta dei diciannove clipei distribuiti su tre ordini. Il primo registro è dominato dal viso trionfante del Cristo Pantocratore (che domina con forza) con ai lati i Papi Martiri. Nel secondo registro troviamo la Crocefissione e i Papi Dottori. In basso è presente la Madonna in trono con il Bambino e ai lati i Papi contemporanei. Si tratta di temi iconografici religiosi medievali, che si ritrovano nelle vetrate, nelle miniature e negli affreschi coevi in area inglese.

pivialeClare Brown era davvero estasiata, gli occhi le brillavano, e trovava sempre nuovi dettagli significativi da immortalare con il suo tablet, per poter condurre in futuro studi approfonditi sulle immagini del ricamo. In seguito il vetro è stato riabbassato ed è tornato al suo posto, proteggendo la preziosa opera. Il prof. Papetti ha colto poi l’occasione per mostrare le gallerie della Pinacoteca alla delegazione inglese. Il piviale non è l’unico tesoro d’arte della Pinacoteca, ma di certo è uno dei più affascinanti. Siamo certi che sempre più studiosi ed esperti stranieri visiteranno Ascoli in futuro, il che potrebbe essere utile per influenzare anche quella fascia rilevante di turismo culturale (potenziale), che attende solo di essere intercettata nella giusta maniera.

Primo De Vecchis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...