Gina Pane non canta al mondo delle rane

Siamo lieti di annunciare che giovedì 23 luglio alle ore 19,00 s’inaugura una nuova mostra presso la Galleria di Arte Contemporanea “Osvaldo Licini” (all’interno del Polo culturale Sant’Agostino). La mostra, prendendo spunto da un verso tratto da L’Acerba di Cecco d’Ascoli, s’intitola Qui non si canta al mondo delle rane e vedrà come protagonista la controversa artista Gina Pane, prematuramente morta per un tumore al seno, esponente di punta della body art.

ingresso

Foto di MARTA PERONI

Ma non solo, altri artisti contemporanei, appartenenti alle nuove generazioni, entreranno in risonanza dialogica con l’artista, nota per la sua mistica laica del sangue, emergente dai tagli inferti con lamette gillette nel suo stesso corpo: vere e proprie performance rituali immortalate da video e foto (che assieme ad oggetti concreti entreranno a far parte della mostra). Gli artisti invitati a dialogare con l’iconicità inquietante della Pane sono Yuri Ancarani, Francesca Grilli, Diego Marcon, Moira Ricci e Luca Trevisani.

Foto di MARTA PERONI

Foto di MARTA PERONI

Ma non dimentichiamo che questa galassia contemporanea di artisti dovrà continuare a dialogare ermeticamente anche con il nume tutelare della Galleria, Osvaldo Licini. A tal proposito il curatore della mostra, Andrea Bruciati, scrive:

“Quasi un racconto è invece la sede ascolana dedicata a Osvaldo Licini di Gina Pane. Qui la forza epiteliale dell’autrice trascolora senza soluzione di continuità con la leggerezza incisiva del maestro marchigiano per un dialogo sussurrato, dove l’individuo viene indagato sensorialmente come un involucro in fibrillazione”.

Foto di MARTA PERONI

Foto di MARTA PERONI

Ricordiamo che l’esposizione di Ascoli appartiene a un contenitore più vasto e tripartito, che include Castelbasso (in provincia di Teramo) e Pescara. Quindi, oltre alla Galleria Civica d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli, gli edifici interessati dal progetto espositivo di ampio respiro sono rispettivamente Palazzo Clemente, Palazzo De Sanctis di Castelbasso e lo Spazio Matta, Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara.

Foto di MARTA PERONI

Foto di MARTA PERONI

Gli altri artisti di riferimento sono Gino De Dominicis e Pino Pascali.
L’iniziativa è promossa dall’Associazione Arte Contemporanea Picena di Ascoli Piceno, la Fondazione Menegaz per le Arti e per le Culture di Castelbasso e la Fondazione AriaFondazione Industriale Adriatica di Pescara.

Nel frattempo abbiamo fatto un sopralluogo nella Galleria liciniana, in pieno allestimento fervoroso. Le foto che riportiamo testimoniano l’ansioso work in progress, affine forse alla sensorialità trasgressiva delle immagini di Gina Pane. L’arte contemporanea è anche questo: vitalità, vettorialità, flusso di idee transeunti. Crediamo che nei prossimi mesi la galleria liciniana diverrà un contenitore culturale più vivo e moderno, testimone del fatto che la provincia, affine al pensiero laterale e divergente, può essere fonte di stimolo per i centri più vasti di cultura contemporanea.

Primo De Vecchis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...