Pinacoteca…in Fiera!

Le feste natalizie sono l’occasione giusta per aprire le porte della Pinacoteca Civica con una serie di eventi a tema. Ed è proprio quello che è stato fatto domenica 27 e martedì 29, permettendo così a grandi e piccini di conoscere alcune delle opere più importanti, anche attraverso il gioco del “Mercante in Fiera”.

1903981_1503617759942027_3830845953102868725_nDomenica 27 dicembre l’attività è stata dedicata agli adulti, attraverso un percorso guidato a cura del Prof. Stefano Papetti che ha trasmesso le sue conoscenze sull’arte a quanti hanno preso parte all’evento, conducendoli attraverso le sontuose sale dislocate sui due piani del palazzo per conoscere le opere più preziose che in Pinacoteca si conservano.

Alla conclusione, presso la Sala di Cecco, si è svolto un entusiasmante “Mercante in Fiera” ispirato alle opere esposte e alla città di Ascoli Piceno. I partecipanti sono stati invitati a rispondere a domande di carattere storico-artistico per aggiudicarsi così importanti premi di valore culturale.
1780639_1503617749942028_3581058256671213002_nCome primo premio, infatti, c’era una scultura di ceramica realizzata dall’orafa bolognese Imelde Corelli.
Come secondo, un paesaggio dell’artista ascolano Malpiedi.

I seguenti erano costituiti da pubblicazioni di carattere storico-artistico e da buoni per la degustazione di prodotti enogastronomici del territorio che, insieme all’arte, rappresentano la maggiore attrattiva per il turismo nel Piceno.
A conclusione si è tenuto un brindisi speciale per festeggiare insieme l’avvento del nuovo anno.


 

Martedì 29, invec20151229_164550e, l’evento è stato riservato ai più piccoli. La Sala Ceci in poco tempo si è riempita di un coro di voci e allegria. Più di trenta bambini, chi più calmo e chi più vivace, si sono riuniti in trepidante attesa di iniziare il gioco.
Alle 16.30 due ragazze delle cooperative (Integra, Pulchra, Piceno Con Noi) che gestiscono la rete dei Musei Civici, si sono presentate al giovane pubblico nei ruoli di Mercante d’arte e il suo aiutante, e hanno enunciato le regole del gioco.
I bambini avrebbero dovuto affrontare insieme una serie di prove per vincere diverse monete di cioccolata (o finte) utili poi per essere usate nell’asta per comprare le carte del “Mercante in Fiera” in un ultimo gioco finale ricco di premi.

20151229_170338Una volta spiegate le regole, il mercante e il suo aiutante hanno suddiviso i trentacinque piccoli mercanti in due gruppi: da un lato i più piccolini dall’altro i più grandicelli.
Hanno iniziato poi a percorrere le varie sale della Pinacoteca e i numerosi giochi sono stati anche l’occasione giusta per “educare alla bellezza”. Le due ragazze, infatti, oltre a far divertire i bambini hanno presentato con parole semplici e adatte anche a un pubblico più piccolo alcune delle opere più importanti e perfettamente associate alle prove ideate.
I più grandi, ad esempio, hanno iniziato il loro viaggio dalla Sala della Vittoria, dove hanno potuto conoscere alcune delle opere di Cola dell’Amatrice. Interessati e attenti hanno risposto prontamente alle domande, per poi disperdersi nel salone tenendo tra le mani un piccolo indizio, una carta che rappresentava uno scorcio, un pezzo di uno dei quadri presenti, e che avrebbero dovuto riconoscere. Cosa che hanno fatto davvero in pochissimo tempo!

20151229_172635Spinta dalla curiosità, ho raggiunto l’altro gruppo composto dai bambini più piccini, e sono rimasta sorpresa dal loro vivido interesse sia per le opere sia per le spiegazioni. Osservavano con attenzione i quadri e rispondevano perfettamente alle domande, esponendo a volte anche le loro conoscenze di propria iniziativa.
Nella Sala de Magistris, dopo un’attenta osservazione delle opere presenti nella Sala del Piviale, i bambini sono stati chiamati a riconoscere diversi Santi. Alcuni di loro sono stati selezionati per mascherarsi. Ed è così che sono stati presentati, e ben presto riconosciuti, San Michele Arcangelo, con ali, spada e scudo; Santa Lucia con gli occhi su un piattino; San Sebastiano con la freccia e San Nicola, che è stato subito scambiato per Babbo Natale per la barba bianca, tra le risate generali degli adulti che li accompagnavano.
Il percorso è proseguito nella bellissima Galleria, soffermandosi soprattutto sull’Annunciazione di Guido Reni e il Riposo durante la fuga in Egitto di Vincenzo Malò. Anche qui i bambini più piccoli hanno risposto in breve tempo, dimostrando una vera attenzione per le parole e i dettagli. Dovevano, infatti, riconoscere il pezzo mancante in una copia dei due quadri, e subito hanno alzato le loro vocine indicando l’elemento giusto!

20151229_180602Anche alcune statue sono state fonte d’interesse ed elemento essenziale per le prove: nella Sala di Cecco si sono concentrati soprattutto sul bronzo dell’ascolano Romolo del Gobbo rappresentante “Paolo e Francesca”, per poi sfiorare e analizzare la figura del “Pastorello”, ammirare la bellezza de “La Passeggiata Amorosa” di Pellizza da Volpedo e arrivare, infine, nella Sala del Puttino Dormiente associando i suoni uditi ai quadri presenti.

Il tutto è terminato nella Sala de Carolis dove entrambi i gruppi si sono raccolti per un divertente gioco finale con dei premi davvero deliziosi, per la felicità di tutti i presenti!

1934687_1503998879903915_2132112546731023179_nIl gioco spesso può contribuire ad avvicinare i più giovani, ma anche gli adulti, all’arte e alla cultura, stuzzicando la fantasia e l’intelligenza, ampliando così anche il proprio bagaglio culturale. Non soffermarsi meramente alle nozioni, ma coinvolgere attivamente i bambini, è sicuramente un modo per educare alla bellezza e far riconoscere loro il vero patrimonio d’Italia, un tesoro di cui bisognerebbe sempre più comprenderne il valore e preservarlo.

Marta Peroni

(Alcune delle foto presenti sono state prese dalla pagina Facebook “Ascoli Musei”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...