Ceramica di Marca ad Ascoli Piceno: IV Concorso Internazionale Biennale “Tra Tradizione e Modernità”

La terza edizione del concorso internazionale di Ascoli Piceno ha visto un significativo aumento dei partecipanti italiani e stranieri.
Il tema scelto è stato quello della figura femminile, lasciando ai partecipanti libera scelta sulla tipologica del manufatto, tanto che gli oggetti realizzati sono stati piatti, pannelli decorativi, sculture e vasi, dimostrando come la tematica indicata abbia dato modo agli artisti di esprimere la loro creatività senza condizionamenti.
Il percorso che ne è scaturito, oltre a dipanarsi attraverso i più importanti centri manifatturieri italiani, ha dimostrato la grande vitalità che l’arte ceramica ancora esprime e la sapienza tecnica degli artefici che, avvalendosi di tecniche di lunga tradizione, si innestano nel contesto della contemporaneità.


sindaco
La premiazione dei vincitori, Angela Vatielli per la categoria CAT (riservata ai ceramisti iscritti nel registro delle Ceramiche Artistiche Tradizionali) e Paola Grizi per la categoria non CAT, è avvenuta il 1 maggio 2014. Questo premio, nato come una scommessa e cresciuto nel corso degli anni, rappresenta anche un importante strumento di valorizzazione delle attività che si svolgono presso il Museo dell’Arte Ceramica. Grazie a un protocollo di intensa siglato con l’Università di Camerino, il Museo si propone oggi anche come centro di eccellenza nell’ambito della diagnostica applicata ai beni culturali; è attualmente in corso uno studio comparato volto a definire le caratteristiche tecniche e la qualità degli smalti in uso presso le antiche botteghe artigiane dell’Ascolano, al fine di offrire agli studiosi nuovi argomenti utili a meglio comprendere i caratteri propri della ceramica ascolana in rapporto alla produzione dei centri del vicino Abruzzo.

Continua a leggere