COOP ALLEANZA 3.0 PORTA NELLE MARCHE “OPERA TUA” IL PROGETTO CHE SOSTIENE L’ARTE E I SAPORI DEL TERRITORIO  

 

Da domani fino al 14 luglio la Cooperativa valorizza i prodotti della regione in 52 ipercoop lungo tutta la Dorsale adriatica. Al voto dei soci il restauro di due capolavori locali:

due dipinti “Il giuramento degli Anconetani” (Pinacoteca Francesco Podesti, Ancona)

“Natura morta con cacciagione” (Pinacoteca civica, Ascoli Piceno)

 

Da domani fino al 14 luglio le Marche sono protagoniste di “Opera tua”, il nuovo progetto di Coop Alleanza 3.0 – la più grande cooperativa di consumatori del Paese – che unisce l’arte e i sapori del territorio, con 7 tappe fino a novembre, portando in 52 ipercoop lungo la Dorsale adriatica (dal Friuli-Venezia Giulia fino alla Sicilia) i migliori prodotti enogastronomici locali e sostenendo il restauro di capolavori del territorio. Per la tappa marchigiana saranno quindi proposti nei negozi di Coop Alleanza 3.0 le specialità della regione, tra cui anche il ciauscolo igp, la casciotta d’Urbino dop, le olive all’ascolana, il salame Fabriano e la crescia.

Le opere d’arte tra le quali i soci potranno scegliere per dare il via all’intervento di restauro sono:

 “Il giuramento degli anconetani” – dipinto olio su tela – 1856 – di Francesco Podesti (Ancona 1800 – Roma 1895). L’opera si trova presso la Pinacoteca (Palazzo Bosdari) di Ancona uno spazio espositivo nel cuore della città vecchia di gran pregio e molto interessante.  Il restauro è stato proposto da Paolo Marasca, Assessore alla Cultura del Comune di Ancona; “Natura morta con cacciagione” – pittura ad olio – di Joannes Hermans detto Monsù Aurora (Antwerp ca. 1630 – Antwerp ca. 1677) databile  XVII sec. L’opera si trova presso la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno un luogo molto importante per la storia del capoluogo piceno all’interno del quale si trovano opere, mobilio ed arredi vari di grande fattura nonché sede di esposizioni contemporanee prestigiose.

Il restauro è stato proposto da Stefano Papetti, Direttore della Pinacoteca Civica di Ascoli.

 

Votare è molto semplice: tappa dopo tappa, basta andare sul sito della Cooperativa (www.coopalleanza3-0.it), nella propria area personale – visibile anche da smartphone e raggiungibile ancora più velocemente con la short url all.coop/operatua – e scegliere quale tra le due opere proposte restaurare. Come riconoscimento per ogni voto effettuato (è possibile votare solo una volta per tappa), i soci ricevono uno sconto del 10%, caricato direttamente sulla propria Carta socio Coop, da usare anche subito su una spesa di prodotti della regione oggetto dell’iniziativa, su un importo di massimo 100 euro.

I soci possono vedere l’andamento dei voti sul sito della Cooperativa; l’opera vincitrice verrà resa nota subito dopo la fine di ogni tappa. Inoltre, sempre online sarà possibile seguirne anche il restauro, con informazioni sui tempi e l’avanzamento dell’intervento di recupero. Un’operazione che, in una logica di concretezza, punta alla qualità dei restauri, alla certezza dei tempi di realizzo, al monitoraggio dei lavori grazie al web. La chiusura di tutti i restauri è prevista per giugno 2018. Le opere da restaurare sono state scelte da Coop Alleanza 3.0 in collaborazione con Fondaco Italia, società attiva dal 2004 nella valorizzazione dei beni culturali, che ha lavorato a sua volta con le istituzioni territoriali.

 

“Opera tua” – presentata a Roma alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini – si snoda in parallelo con l’iniziativa “Sapori, si parte!”, che porta a rotazione in tutti gli ipercoop, per un periodo di circa tre settimane, le eccellenze del gusto delle regioni italiane: dai vini del Veneto ai tarallini della Puglia, dai formaggi e i salumi delle Marche al pesto di pistacchi e ai cannoli della Sicilia. In abbinamento con ciascuna tappa, i soci di Coop Alleanza 3.0 possono promuovere il restauro di un’opera d’arte della stessa regione interessata dall’iniziativa, votando tra due proposte, espressione della cultura e dei talenti delle diverse aree. Gli interventi di restauro riguarderanno diverse tipologie – dal quadro alla statua lignea, dal mosaico ai reperti archeologici, fino ad antichi tessuti – in un percorso alla scoperta di opere ritenute talvolta “minori”, anche in piccole città di provincia (vedi il calendario con le 7 tappe di “Sapori, si parte!” e le 14 opere – due per ogni tappa – proposte da “Opera tua”).

Annunci

LA ANNUNCIAZIONE DI GUIDO RENI ED I DIPINTI DI BRANDI ILLUMINANO DI BELLEZZA LA SICILIA
UN vero e proprio tripudio di riproduzioni della stupenda Annunciazione di Guido Reni accoglierà i turisti che nei prossimi mesi visiteranno la pittoresca città di Nicosia in provincia di Enna, incastonata in un suggestivo scenario di montagne e colline abitate sin dalla preistoria. Grandi stendardi con la tela di Ascoli Piceno segnano tutto il percorso del corso  principale di Nicosia dove sorge la chiesa barocca di San Calogero che ospita l’opera del pittore bolognese e due tele di Giacinto Brandi provenienti dalla chiesa di Sant’Angelo Magno. Come ha ricordato il vescovo di Nicosia, a questo messaggio di bellezza si unisce anche un intento assai lodevole; i proventi ricavati dalla vendita del catalogo della mostra e da altre libere donazioni effettuate dai visitatori saranno devoluti al Comune di Ascoli Piceno, proprietario delle opere, per destinarli al restauro dei beni storico artistici cittadini danneggiati dal terremoto: un evento catastrofico che quaranta anni fa anche gli abitanti di Nicosia hanno vissuto.