Nuove ricerche su Cola dell’Amatrice con la start up di Unicam

In vista della mostra su Cola dell’Amatrice prevista per la primavera prossima, si sta procedendo ad un esame delle opere dell’artista conservate presso la Pinacoteca Civca ed in particolare l’indagine in corso riguarda i pannelli che compongono il grande polittico che Cola dipinse per la chiesa di San Francesco.I tecnici della start up e gli studenti del corso di Diagnostica di Unicam hanno effettuato le riflettografie dei pannelli raffiguranti gli angeli con la croce che si trovano alla sommità del grandioso retablo e subito hanno potuto constatare che l’artista in un primo tempo aveva previsto che gli angeli suonassero degli strumenti musicali ( tamburello, piva, flauto e contrabbasso) sostituiti poi con le croci. Leggendo quanto si trova al di sotto della pellicola pittorica, la riflettografia ha così consentito di evidenziare come in corso d’opera i committenti avessero chiesto al pittore di mutare l’iconografia delle due tavole nelle quali le indagini hanno  evidenziato anche la presenza di un’altra figura angelica che è stata poi sacrificata.

 

Annunci