Nuove scoperte su Cola dell’Amatrice

Approfittando della chiusura della Pinacoteca nella giornata di lunedì, i tecnici dello spin off specializzati nella diagnostica hanno proseguito le loro indagini sulle tavole di Cola dell’Amatrice conservate presso la Sala della Vittoria: grazie alle sofisticate apparecchiature a loro disposizione, hanno potuto analizzare a fondo le tavole dell’artista amatriciano rilevando numerosi ed inediti aspetti della sua tecnica pittorica, ma soprattutto la presenza di antichi interventi di restauro evidenziati dalle riprese all’infrarosso. Nel corso della giornata, passando in rassegna le opere di Cola, sono stati scoperti anche vari pentimenti che interessano soprattutto la prima opera realizzata dall’artista per la città picena, il trittico della chiesa di Piagge risalente al 1508: nella tavola raffigurante la “Deposizione” che si trova al centro del secondo registro del trittico, Cola dell’Amatrice ha modificato rispetto alla prima idea la posizione del braccio di Cristo ed altri dettagli al fine di rendere più armonica la composizione. Grazie a queste apparecchiature è stato così possibile per la prima volta “entrare” nella bottega di Cola, immaginare l’artista impegnato nella preparazione delle tavole e dei colori e quindi preso dal disegnare con il pennello le varie figure che poi avrebbe colorato, con il desiderio di corrispondere quanto meglio possibile ai desideri della committenza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...