ARRIVATE PRESSO LA PINACOTECA DI ASCOLI DUE TELE DEL SASSOFERRATO DELLA FONDAZIONE CAVALLINI SGARBI

Sono giunte ieri pomeriggio ad Ascoli Piceno le casse che contengono due tele del Sassoferrato di proprietà della Fondazione Cavallini Sgarbi che saranno esposte dal 18 luglio al 28 settembre nella Sala del Pastorello nell’ambito delle iniziative promosse dal festival culturale La Milanesiana. Protagonista sulla scena artistica romana del Seicento il Sassoferrato fu un artista amato da Pontefici, Cardinali e  collezionisti che apprezzavano il grande rigore formale delle sue opere, ritenendolo un degno emulo del magistero raffaellesco. Autore di immagini devote caratterizzate dalla ricerca di una rara bellezza ideale, rappresenta l’altra faccia rispetto al naturalismo di Caravaggio dell’arte italiana barocca. Le due tele della Fondazione Cavallini Sgarbi saranno esposte accanto alle opere di Maratti, Brandi e Ghezzi della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno così da offrire al pubblico una esauriente panoramica della pittura del Seicento a Roma.

Annunci