TERZO INCONTRO PER LA MOSTRA “CON LA TERRA E CON IL FUOCO”

Martedì 22 ottobre alle ore 17 presso l’auditorium Cellini del Polo di Sant’Agostino si terrà il terzo incontro dedicato alla ceramica nel corso del quale Stefano Papetti illustrerà la figura dell’abate Valeriano Malaspina che ha fondato, presso il monastero di Sant’Angelo Magno, una manifattura di maiolica affidata dapprima al ceramista pesarese Biagio Cacciani e quindi al napoletano Nicola Giustiniani. L’ esclusiva per la produzione della ceramica venne poi rilevata da Giorgio Paci che con i figli ed i nipoti portò avanti la manifattura fino al 1856.

 

“INCONTRI IN MOSTRA CON GIUSEPPE MATRICARDI”

Mercoledì 16 ottobre, alle ore 17, presso la Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini si terrà il secondo incontro organizzato in occasione della mostra “Con la Terra e con il Fuoco. La maiolica ad Ascoli Piceno dal XV secolo ad oggi” in corso presso il Museo dell’Arte Ceramica fino al 17 novembre prossimo: con l’ausilio di un interessante materiale documentario da lui reperito, Giuseppe Matricardi, studioso e collezionista, illustrerà  le specificità tecniche adottate fra XVI e XVIII secolo presso la manifattura di Castelli in Abruzzo che consentirono la produzione di oggetti contesi presso tutte le corti europee. L’incontro, che fa seguito al precedente legato alla produzione ceramica degli Anni Venti, si annuncia ricco di novità ed evidenzia l’importanza della mostra organizzata con il sostegno delle Fondazione CARISAP come un evento fondamentale per la storia della ceramica nella città di Ascoli.

RIENTRANO LE OPERE DEI MUSEI DI ASCOLI PICENO DA “VEDO NUDO. ARTE TRA SEDUZIONE E CENSURA”

Più di 5000 visitatori hanno potuto ammirare presso la Palazzina Azzurra di San Benedetto le tre opere dei Musei Civici di Ascoli Piceno presentate in occasione della mostra “Vedo Nudo. Arte tra seduzione e censura”: oltre al “Nudo” di Osvaldo Licini, erano esposti il “Nudo di odalisca” del pittore francese Tixier e la scultura “Estasi” di Giuseppe Renda.
 L’immagine della mostra, realizzata dal Graphic Designer Paolo Rinaldi, è stata selezionata dall’AIAP (Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva) nell’ambito dell’esposizione dedicata all’Italian Design a Taiwan aperta qualche giorno fa e che sarà visitabile fino a febbraio 2020, come mostrano le immagini della esposizione in corso: si tratta di una grande vetrina internazionale per le Marche e per le iniziative espositive di maggior successo.