I vincitori della VI edizione della Biennale Internazionale di Ceramica “Tra Modernità e Tradizione”

Sabato 28 agosto scorso, nella Sala De Carolis della Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno, sono stati comunicati i nomi dei vincitori della VI edizione della Biennale Internazionale di Ceramica “Tra Modernità e Tradizione” promossa dal Comune di Ascoli Piceno: l’emergenza Covid ha imposto di ritardare la proclamazione fino ad oggi per l’impossibilità di riunire i membri della commissione giudicatrice che è stata convocata il 26 agosto per  vagliare i manufatti pervenuti.

Il tema di questa edizione, bandita alla fine del 2019, riguardava le condizioni ambientali del pianeta, quasi presagendo ciò che sarebbe accaduto nei mesi successivi: il Covid ha determinato una rinuncia  a partecipare da parte di alcuni artisti stranieri ( soprattutto turchi, egiziani, cinesi e giapponesi) che , pur essendo stati selezionati della commissione sulla base della fotografie dei manufatti da loro realizzati, si sono poi trovati impossibilitati ad inviarli per le difficoltà logistiche incontrate. Nel complesso sono pervenute più di cinquanta opere fra le quali la giuria ha individuato quelle meritorie dei premi e di segnalazioni per la loro particolare attinenza al tema proposto e la  qualità tecnica.

Il Primo Premio è andato all’artista sloveno Ferdinand Zorz, il secondo all’ artista Paola Laghi di Brisighella, il terzo all’artista Sonia Mascioli di Amatrice: la commissione ha anche ritenuto di segnalare le opere dell’artista Alessio Spalluto di Urbino e dei fratelli Bartoloni di Montelupo.

Tutte le opere saranno esposte sino al 17 ottobre 2021 presso il chiostro del Museo dell’Arte Ceramica secondo gli orari di apertura della struttura museale.

Per informazioni e prenotazioni :

info@ascolimusei.it

0736-298213

Ferdinand Zorz

Paola Laghi
Sonia Mascioli

F.lli Bartoloni
Alessio Spalluto