IL CATALOGO DI RINASCIMENTO MARCHIGIANO PRESENTATO AL PRESIDENTE DEL SENATO

Il presidente di ANCI Marche, il sindaco di Senigallia Mangialardi ha recato ieri in dono al Presidente del Senato il catalogo della mostra “Rinascimento marchigiano”che dopo essere stata allestita presso il Forte Malatesta di Ascoli Piceno dal 18 febbraio sarà visitabile a Roma nella sede del Pio Sodalizio dei Piceni. Il ministro Franceschini presenzierà alla inaugurazione fissata per il 18 febbraio alle ore 18.

Le Cocce – Ricette e utensili tra storia e nuove proposte

Mostra sulla tradizione ceramica popolare
Museo dell’arte ceramica di Ascoli Piceno, Piazza San Tommaso

 

Inaugurazione della mostra “Le Cocce: ricette e utensili tra storia e nuove proposte” mercoledì 5 febbraio 2020 alle ore 19:00 presso il museo dell’arte ceramica, Piazza San Tommaso, Ascoli Piceno

Il programma dell’evento è organizzato in una serie di appuntamenti che si svolgeranno dalla data di inaugurazione fino alla fine della manifestazione prevista per il 15 di marzo. La giornata inaugurale si apre con un convegno incentrato sulla valorizzazione delle produzioni artigiane e culinarie del territorio piceno.

Lo scopo è evidenziare e proteggere queste attività e i loro manufatti, elementi fondanti l’immagine e le peculiarità tipiche del comprensorio.
I musei di Massignano, Montottone e Ripatransone, oggi custodi di molte opere appartenenti a questa storia, sono depositari, a tutti gli effetti, degli elementi costituenti il pre-design italiano, oggetti che hanno contribuito allo sviluppo della qualità e dello stile del Made in Italy. Durante il convegno, alcuni interventi di carattere storico – divulgativo, precederanno una libera conversazione con i personaggi che in prima persona hanno vissuto questi eventi e possono contribuire alla ricostruzione delle origini storiche di queste attività.

L’inaugurazione della mostra, che esporrà una selezione ragionata di oggetti e ricette, sarà preceduta da una riedizione storica del trasporto dell’acqua, a evidenziare la perfetta relazione tra oggetto e suo uso, abilità artigiane idonee a risolvere i bisogni primari della vita quotidiana.

Conferenza: 05/02/2020 14:30 18:30
Sala dei Savi, Palazzo dei Capitani
Ascoli Piceno

Le Cocce: Una storia ad uso e consumo

Ore 14.30: Saluti

Giuseppe Losco
Direttore Scuola di Architettura e Design E. Vittoria UNICAM
Donatella Ferretti
Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno

Ore 15.00: FARE PROGETTO

Le Cocce e il pre-design
Carlo Vannicola
Prof. Ordinario UNICAM SAAD

Storia della ceramica picena
Stefano Papetti
Direttore musei civici di Ascoli Piceno
Vermiglio Ricci
Presidente Archeoclub di Cupra Marittima

L’artigianato tra arte e design nelle marche
Enrico Tonucci
Fondatore Tonucci Manifesto Design

I musei della ceramica popolare
Anna Stacciarini
Presidente associazione museo della cività
contadina e artigiana di Ripatransone
Pier Luigi Lunerti
Cofondatore museo della ceramica di Montottone
Giuseppe Alesiani
Artista e cultore di tradizioni locali Massignanesi
Mascia Lanciotti
Associazione ceramica di Massignano
Conferenza 14:30 18:30
Le Cocce: Una storia ad uso e consumo
05/02/2020
Sala dei Savi, Palazzo dei Capitani
Ascoli Piceno

Le analisi diagnostiche
Eleonora Paris
Prof.ssa Associata Unicam Scienze e Tecnologie
Graziella Roselli
Prof.ssa Associata Unicam Scienze e Tecnologie
Davide Paciotti
Assegnista di ricerca UNICAM SAAD
Manuel Scortichini
Dottorando in Innovation design UNICAM SAAD

Ore 17.00: SALVAGUARDARE LE ESPERIENZE

Interviste a cura di Giuseppe Alesiani
Annamaria e Emanuele Bozzi
Ceramisti di Montottone
Danilo Bozzi
Famiglia storica di ceramisti di Montottone
Galdino Polidori
Famiglia storica di ceramisti di Massignano
Antonio Peci
Famiglia storica di ceramisti di Ripatransone

Ore 18.30: PERFORMANCE LE VIE DELL’ACQUA

Riedizione storica del trasporto della brocca con l’acqua.
Per le vie del centro storico di Ascoli Piceno, da Piazza del Popolo al Museo della Ceramica in Piazza San Tommaso.

Sandrina Vallorani
Elena Bozzi
Letizia Carelli

Inaugurazione mostra 05/02/2020 19:00 20:30
Museo dell’arte ceramica di Ascoli Piceno
Piazza San Tommaso, Ascoli Piceno

In mostra:

A) Selezione di 70 oggetti storici provenienti dai Musei della Ceramica di Massignano, Montottone e Ripatransone, con tavole descrittive sulle tipologie presenti.

B) Selezione di ricette culinarie picene interpretate e graficizzate dagli studenti del quarto e quinto anno, della Sezione di Arti Figurative dell’Istituto d’Arte Osvaldo Licini di Ascoli Piceno.

C) Presentazione della dieta mediterranea tramite tavole sinottiche a cura della sezione di Biologia della Nutrizione dell’Università di Camerino.

D) Selezione di nuovi prodotti di re-design progettati da esigner internazionali e realizzati da ceramisti locali e dal laboratorio di prototipazione rapida della Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno.

E) Selezione di alcuni prodotti realizzati dalle botteghe degli artigiani coinvolti nella realizzazione degli oggetti di redesign.

F) Risultati della ricerca diagnostica sui campioni storici, a cura dei laboratori di Diagnostica per i beni culturali e di Archeometria e Mineralogia e del Laboratorio di Prototipazione della SAAD, dell’Università di Camerino.

EVENTI CORRELATI: I venerdì del Food Design al Museo

14-15 Febbraio _ Johanna Dehio. Workshop: Cucinare nella ceramica nel mondo.
21 Febbraio _ Fritelle e Frescarelli di Massignano
28 Febbraio _ Il Ciavarro di Ripatransone
06 Marzo _ L’artigianato e il futuro: la stampa 3D
13 Marzo _ Show cooking: Avant-gard. La cucina del territorio tra
passato e futuro.

Presentazione della mostra a cura di:
Claudio Pettinari (Magnifico Rettore Università di Camerino), Marco Fioravanti (Sindaco del Comune di Ascoli Piceno), Gino Sabatini ( Presidente Camera di Commercio delle Marche), Luigi Passaretti (Presidente CNA Ascoli Piceno), Alessandro Lucciarini (Sindaco di Ripatransone), Michelina Verdecchia (Vice Sindaco di Massignano), Gianni Carelli (Sindaco di Montottone). I designer e gli
artigiani coinvolti nella realizzazione degli oggetti di redesign.

Organizzazione:
SAAD SCUOLA DI ATENEO DI ARCHITETTURA E DESIGN:
Prof. Carlo Vannicola, Prof. Davide Paciotti, Dott. Manuel Scortichini
MUSEI CIVICI DI ASCOLI PICENO:
Prof. Stefano Papetti
AMICI PER LA GOLA:
Dott.ssa Laura Di Pietrantonio

Enti di Ricerca:
LABORATORIO UNICAM DI DIAGNOSTICA PER I BENI CULTURALI:
Dott. Giuseppe Di Girolami, Prof. Graziella Rosselli, Dott.ssa Giorgia Peci
LABORATORIO UNICAM DI ARCHEOMETRIA, MINERALOGIA:
Prof. Eleonora Paris
SCIENZE GASTRONOMICHE UNICAM:
Prof. Gianni Sagratini
BIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE UNICAM:
Prof. Valeria Polzonetti, Dott.ssa Giorgia Vici
LABORATORIO MULTIMEDIALE UNICAM SAAD:
Davide Paciotti, Manuel Scortichini
LICEO ARTISTICO “OSVALDO LICINI”:
Prof. Simona Gastaldi, Prof. Gianluca Di Giovannantonio,
Prof. Alessandro Zechini, con gli studenti del quarto e quinto
anno della Sezione di Arti Figurative

I musei e Associazioni:
MUSEO DELL’ARTE CERAMICA DI ASCOLI PICENO:
Elvia Caringola
MUSEO DELLE COCCE E FISCHIETTI DI MASSIGNANO:
Derna Speranza, Giuseppe Alesiani, Miriam Barbieri, Mascia Lanciotti (Associazione Amici del Museo dei fischietti e della terra cotta di Massignano)
MUSEO DELLA CERAMICA E CIVILTÀ CONTADINA E ARTIGIANA DI MONTOTTONE:
Annamaria Bozzi, Diana Crocetti, Marisa Nanni, (Associazione Impara l’Arte di Montottone)
MUSEO DELLA CIVILTÀ CONTADINA E ARTIGIANA DI RIPATRANSONE:
Dott.ssa Anna Stacciarini (Associazione Museo della Civiltà contadina e artigiana di Ripatransone)

Nuove proposte:
DESIGNER:
Enrico Tonucci, Johanna Dehio, Paola Palma, Niklas Jacob, Daniel Llorca, Francesco Ruffini

CERAMISTI E DECORATORI:
Emanuele e Annamaria Bozzi, Alessandro Lisa, Franco Trailani, Augusta Schinchirimini

Con il supporto di:
PATROCINIO:
Università di Camerino, SAAD Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria”, Camera di Commercio delle Marche, CNA Ascoli Piceno, Comune di Ascoli Piceno, Comune di Massignano, Comune di Montottone, Comune di Ripatransone, Associazione Amici per la Gola, Associazione Impara l’Arte

SPONSOR:
Piceno & Friends (Fondazione Cassa di Risparmio), Azienda Agricola
Ciù Ciù

IL PRESTIGIOSO PREMIO FRANCOVICH ASSEGNATO AL MUSEO DELL’ALTO MEDIOEVO DI ASCOLI PICENO

E’ arrivata ieri la comunicazione ufficiale da parte del prof. Paul Arthur che il Museo dell’Alto Medioevo di Ascoli Piceno ha vinto il premio Francovich conferito ogni anno “…al museo o parco archeologico italiano che, a giudizio dei soci della Società Archeologi Medievisti Italiani e dei visitatori rappresenta la migliore sintesi fra il rigore dei contenuti e l’efficacia della comunicazione degli stessi”. Grazie ad una votazione che ha visto la partecipazione di 7580 appassionati della storia medievale, con il 42% dei votanti il Museo ascolano è risultato al primo posto, battendo altre prestigiose realtà italiane come il Museo di Cividale del Friuli o il Museo della Ceramica di Deruta. Inaugurato nel 2014, il museo ospitato presso il Forte Malatesta si appresta ad essere notevolmente arricchito nei prossimi mesi con i nuovi arrivi di reperti della necropoli di Castel Trosino che comporterà una revisione dell’allestimento e la creazione di nuovi supporti didascalici realizzati con l’aiuto della realtà aumentata.

200 STUDENTI IN VISITA IL 28/29 GENNAIO ALLA MOSTRA “RINASCIMENTO MARCHIGIANO”

Duecento studenti del quinto anno dell’Istituto di Istruzione Superiore Leonardo Da Vinci di Civitanova Marche visiteranno il prossimo 28/29 gennaio la mostra “Rinascimento marchigiano” ospitata presso il Forte Malatesta ed effettueranno una attività laboratoriale nel campo della diagnostica applicata ai beni culturali con i docenti UNICAM: i docenti dell’Istitituto, uno fra i poli di eccellenza del Maceratese, guideranno gli studenti che frequentano l’ultimo anno degli indirizzi Classico, Scientifico, Linguistico e delle Scienze Umane in questa esperienza organizzata nell’ambito di un più ampio progetto dedicato al recupero delle opere d’arte nei luoghi del sisma dal titolo “L’arte che salva”.

RIENTRA ALLA PINACOTECA IL DIPINTO DI TIZIANO

Dopo una lunga assenza, ritorna oggi trasportato dai tecnici della società Montenovi di Roma la grande pala di Tiziano raffigurante San Francesco che riceve le stimmate: la preziosa tela, realizzata dall’artista veneto intorno agli ottanta anni, è stata esposta in Brasile a Belo Horizonte, Rio de Janeiro e San Paolo in occasione della mostra “San Francesco nell’Arte Italiana” curata da Stefano Papetti in collaborazione con il Mibact, il Ministero degli Esteri e la FCA. Un grande numero di visitatori (480.000 soltanto a Belo Horizonte) hanno potuto ammirare il dipinto ascolano in quella che la stampa americana ha classificato  come una fra le 100 mostre più visitate al mondo nel 2019. Successivamente il dipinto è stato esposto a Sutri a Palazzo Doebbing in occasione di una serie di iniziative espositive curate da Vittorio Sgarbi ampiamente promosse dalla stampa nazionale e dai media.

 

Presentazione del volume “Rinascimento Marchigiano”

Sarà presentato sabato 25 gennaio alle ore 16,30 presso il Forte Malatesta il volume “Rinascimento marchigiano: opere d’arte restaurate dai luoghi del sisma” curato da Pierluigi Moriconi e Stefano Papetti: ampie schede illustrano i 51 capolavori che ANCI e Pio Sodalizo dei Piceno hanno restaurato nello scorso biennio e raccontano la diagnostica ed i criteri adottati per il restauro dei preziosi capolavori di Jacobello del Fiore, Crivelli, Cola dell’Amatrice, Baglione, Serodine che dal mese prossimo saranno ospitati a Roma.

In cucina: territorio, cibo e design

In cucina: territorio, cibo e design
15.01.2020
Mattina ore 09:30 – 13:30
Pomeriggio ore 15:00 – 17:00
Palazzo dei Capitani, Sala dei Savi
In cucina: territorio, cibo e design è la prima conferenza facente parte del programma Food Design 2020, l’evento presenterà riflessioni e proposte sul mondo della progettazione in cucina affrontando tematiche inerenti il: coltivare, cucinare, servire e conservare. Dalla progettazione di pareti e orti verticali, all’architettura vegetale; dallo studio di nuovi materiali per la conservazione del cibo, ai nuovi scenari dello street food; dall’evoluzione della dieta mediterranea alle esperienze di chef che interpretano la tradizione culinaria picena in chiave contemporanea.