LUCIO FONTANA VILLA D’ESTE

Il capolavoro di Lucio Fontana della Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno è una delle opere di maggior richiamo esposte alla mostra “Christus”, allestita dalla settimana scorsa nella prestigiosa sede di Villa d’Este a Tivoli, curata da Andrea Bruciati

F

Mostra Collezione Caggiano

Dal 19 giugno al 31 agosto 2021
Inaugurazione sabato 19 giugno ore 17:30
Sala Cola dell’Amatrice, via D’Ancaria (Ascoli Piceno)

Massimo Caggiano, dopo la mostra La Stanza Segreta a cura di Vittorio Sgarbi, tenutasi a Gualdo Tadino (PG) dal maggio 2019 a gennaio 2020, propone un’altra esposizione-evento di opere della sua collezione dedicata all’amore per la vita di Gesù qui in terra tra noi. Questo evento consentirà al pubblico di ammirare una selezione di opere, che rientrano nella Collezione Massimo Caggiano, una delle raccolte d’arte contemporanea più significative e rappresentative soprattutto per l’Italia (ma non solo) degli ultimi trent’anni di pittura e scultura d’immagine, sia per la qualità delle opere scelte sia per l’ampiezza del panorama artistico, anche internazionale, che vi è documentato. La mostra, promossa dall’Amministrazione Comunale della città di Ascoli Piceno grazie al Sindaco Marco Fioravanti e all’assessore alla cultura Donatella Ferretti, e grazie alla partecipazione della Fondazione Carisap nella figura del suo Presidente Angelo Davide Galeati, è a cura dello stesso Massimo Caggiano, con testimonianze in catalogo di testi che esprimono tre prospettive con cui leggere la parabola umano-divina del Cristo: il “Sentire” cristiano di  Monsignore Leonardo Sapienza, il “Sentire” filosofico del Presidente Marcello Pera e il “Sentire” artistico del critico d’arte Cesare Biasini Selvaggi. L’esposizione sarà inaugurata sabato 19 giugno, alle ore 17:30 (e non alle ore 18:30 come precedentemente comunicato) presso la Sala Cola dell’Amatrice.

La mostra è accompagnata da un catalogo e sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 16 alle ore 19. 

«La città di Ascoli Piceno è lieta di ospitare Massimo Caggiano e la sua mostra “Il cammino di Gesù tra noi”» ha dichiarato il Sindaco Marco Fioravanti. «Uno straordinario progetto espositivo, fondato su quel legame tra fede e arte tornato ancor più attuale in questo periodo di profonda emergenza sanitaria e sociale. Un connubio che in tanti hanno riscoperto durante la pandemia, e che emerge con forza dalle splendide opere degli artisti coinvolti». 
All’inaugurazione parteciperà anche l’Assessore alla Cultura Donatella Ferretti: «La mostra coinvolge e trascina lo spettatore in un vortice di emozioni e sensazioni: amore e passione, purezza e tenerezza, ricerca della quotidianità e spirito di fratellanza. Attraverso la mostra curata da Massimo Caggiano si potrà ripercorrere il valore della dignità umana, che è conoscenza e scoperta della propria anima e del proprio Io».

“Dentro l’opera”, l’evento di Ascoli Musei per il Grand Tour dei Musei 2021

Dopo aver registrato il sold out in occasione di Buongiorno Ceramica, i Musei Civici di Ascoli Piceno sono pronti ad accogliere i visitatori per una nuova e straordinaria visita guidata del prof. Papetti

L’Assessorato alla Cultura della Regione Marche e la Fondazione Marche Cultura, in collaborazione con il MiC Direzione Regionale Musei Marche e il Coordinamento Regionale Marche di ICOM Italia, promuovono anche quest’anno il Grand Tour Musei, un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale conservato nei musei delle Marche, attraverso un ricco calendario di iniziative, mostre, percorsi en plein air, visite virtuali e in presenza, incontri digitali, eventi multimediali, video clip, video, ecc.

La tematica individuata da ICOM per la Giornata Internazionale dei Musei 2021, Il futuro dei Musei: rigenerarsi e reinventarsi, intende sottolineare l’importanza di individuare nuove modalità di fruizione e inedite occasioni di arricchimento e di scambio culturale, partendo dalla consapevolezza che i musei devono essere intesi come spazi aperti, ospitali, in continuo dialogo col proprio pubblico.

Pertanto, la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, in accordo con l’Assessorato alla Cultura, ospiterà domenica 23 maggio il Grand Tour dei Musei 2021. Due saranno le visite guidate dal titolo Dentro l’opera: la prima alle ore 17 e la seconda alle ore 18. Accanto al prof. Stefano Papetti, direttore delle collezioni civiche, i visitatori avranno l’opportunità di scoprire i risultati di alcune indagini riflettografiche condotte dall’UNICAM – Università degli Studi di Camerino su alcune opere di Carlo Crivelli e Pietro Alamanno. Nel rispetto delle norme anti Covid-19 si intraprenderà un viaggio affascinante fra restauri, disegni preparatori, pentimenti degli artisti, firme e date nascoste, pigmenti e materiali utilizzati. Posti limitati. Costo: € 5. Prenotazione obbligatoria: 0736 298213 | 333 327 6129.

Per info: www. ascolimusei.it | FB & IG @ascolimusei | https://www.regione.marche.it/Grand-Tour-Musei-2021.

I Musei Civici di Ascoli Piceno celebrano la Giornata Internazionale dei Musei 2021 con un webinar

Per l’iniziativa promossa ogni anno dall’ICOM i gestori delle civiche collezioni hanno organizzato un seminario dal titolo “Migliorare la normalità: musei e scuole, un dialogo educativo”.

Il 18 maggio 2021 si celebra la Giornata Internazionale dei Musei, organizzata ogni anno dall’ICOM – International Council of Museums. Il motto scelto per questa edizione è: “The Future of Museums: Recover and Reimagine”, ovvero “Musei per ispirare il futuro”.

Per l’occasione i gestori dei Musei Civici di Ascoli Piceno, INTEGRA – Gestione Integrata Sistemi per la Cultura e Il PICCHIO – Consorzio di Cooperative Sociali Cattoliche, in accordo con l’assessore alla Cultura Donatella Ferretti e il direttore delle civiche collezioni Stefano Papetti, hanno immaginato una tavola rotonda dal titolo “Migliorare la normalità: musei e scuole, un dialogo educativo”. Il webinar, rivolto a insegnanti di ogni ordine e grado, educatori museali, educatori scolastici e interessati, avrà luogo martedì 18 maggio alle ore 16 su GoToMeeting e YouTube. Il link sarà disponibile sul proprio indirizzo mail dopo l’iscrizione.

Accanto a vari professionisti che operano nel settore educativo e culturale si getteranno le basi per la redazione di un patto di comunità tra l’istituzione scolastica e il settore museale al fine di costruire una collaborazione sulla base dei bisogni educativi nella delicata situazione post Covid-19.

È un momento cruciale per la nostra società e ICOM chiede proprio ai musei “di essere attori del cambiamento. È il momento di ripensare la relazione delle istituzioni permanenti con le comunità, di cui sono al servizio, sperimentare modelli di esperienza culturale e riaffermare con forza il valore essenziale dei musei nella costruzione di un futuro equo e sostenibile”.

Interverranno:

Donatella Ferretti – Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno;

Stefano Papetti – Direttore dei Musei Civici di Ascoli Piceno;

Giuliana Pascucci – Coordinamento Regionale ICOM Marche;

Cristiana Aprile – Psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva Centro Ambulatoriale di Riabilitazione Santo Stefano, S. Benedetto del Tronto e Civitanova Marche;

Giulia Del Vais – Dirigente psicologa UOSD Promozione Educazione Alla Salute (PEAS), Asur Marche AV5;

Elvia Cimica – Dirigente Scolastico ISC Luciani SS. Filippo e Giacomo, Ascoli Piceno;

Alessandro Mariani – Insegnante dell’Istituto Comprensivo Folignano – Maltignano;

Annalisa Trasatti – Coordinatrice del Museo Tattile Statale Omero, Ancona;

Cristina Peroni e Gioia Puliti – Referenti della didattica museale di Ascoli Musei;

Roberto Paoletti – Presidente della Bottega del Terzo Settore.

Modererà: Stefania Mistichelli – Giornalista di Radio Ascoli e Cronache Picene.

Per partecipare, è necessario iscriversi collegandosi al seguente link: http://shorturl.at/wzCD4

Per maggiori info: 0736 298213 | 333 327 6129 | www.ascolimusei.it | FB & IG @ascolimusei

Per info sull’IMD 2021: http://www.icom-italia.org/international-museum-day-2021-il-futuro-dei-musei-rigenerarsi-e-reinventarsi/

“Dentro” La Ceramica

Ascoli Piceno 15/16 maggio 2021

MUSEO DELL’ARTE CERAMICA

             Dopo un anno di pausa dovuta alla pandemia,  “Buongiorno Ceramica” torna nel 2021 ad accendere i riflettori sulle Città della Ceramica con eventi, incontri, visite guidate dedicate alle eccellenza dell’artigianato artistico ed Ascoli Piceno punta sulla sua tradizione ceramica per offrire ai turisti un week end “dentro” la ceramica: il 16 maggio visite guidate alle ore 11 e alle 17 su prenotazione presso il Museo dell’Arte Ceramica, ospitato nei suggestivi ambienti del complesso medievale di sant’Agostino e sabato 15 maggio alle ore 18 un evento speciale. Dopo la visita con il prof. Stefano Papetti al museo, sarà organizzato un incontro con il dott. Giuseppe Di Girolami dello spin off Art and Ko  dell’Università degli Studi di Camerino che ci illustrerà i risultati di una campagna radiografica effettuata su alcuni manufatti in maiolica del museo per evidenziare aspetti tecnici e conservativi invisibili ad occhio nudo, portandoci così “dentro” la ceramica grazie ai più moderni strumenti di indagine. Ausili d’avanguardia che ci consentono di comprendere meglio i segreti dei maiolicari del passato e soprattutto di individuare restauri o veri e propri falsi che inquinano il mercato ed il collezionismo; insomma grazie ai detective dell’arte scopriremo come la scienza possa aiutare il progresso degli studi nell’ambito della produzione ceramica del passato.

Informazioni e prenotazioni

www.ascolimusei.it

333/3276129

I Musei Civici di Ascoli Piceno riaprono le porte con tante novità

Sabato 1° maggio i Musei Civici di Ascoli Piceno, nel rispetto delle norme antiCovid19, riaprono le porte ai visitatori con mostre, orari estesi e diverse migliorie tecniche.

Dopo due lunghi mesi, sabato 1° maggio i Musei Civici di Ascoli Piceno – Pinacoteca Civica, Forte Malatesta e Museo dell’Alto Medioevo, Galleria d’Arte Contemporanea “O. Licini” e Museo dell’Arte Ceramica – riapriranno le porte ai visitatori e riaccenderanno le luci sul pregevole ed eterogeno patrimonio storico-artistico della città. Il tutto avverrà nel rispetto delle indicazioni ministeriali atte a garantire la massima sicurezza di personale e visitatori dal rischio di infezione da virus SARS-CoV-2.

Le novità che costelleranno questo momento di fondamentale ripartenza saranno diverse. Dopo il via libera del Governo e le indicazioni della Regione, il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti, l’assessore alla Cultura Donatella Ferretti, il direttore delle civiche collezioni Stefano Papetti e i gestori delle strutture museali Integra – Gestione Integrata Sistemi per la Cultura Società Cooperativa e Pulchra Società Cooperativa Culturale hanno deciso di estendere gli orari di visita. Pertanto gli orari di apertura saranno i seguenti: Pinacoteca Civica – dal martedì alla domenica, ore 10-19 | biglietto intero €8, ridotto €5; Forte Malatesta e Museo dell’Alto Medioevo – dal martedì al venerdì, 10-13 | 15-18 / sabato e domenica 11.00-18.00 | biglietto intero €6, ridotto €4 | visite guidate alle ore 11, 12, 16 e 17 con un costo aggiuntivo di €2; Galleria d’Arte Contemporanea “O. Licini” – venerdì 15-18 | sabato e domenica 10-13 / 15-18 | biglietto intero €4, ridotto €2; Museo dell’Arte Ceramica – sabato e domenica 10-13 / 15-18 | biglietto intero €4, ridotto €2. Proprio come l’estate scorsa, anche quest’anno il Teatro Ventidio Basso sarà visitabile nella giornata di sabato dalle ore 15 alle 19 con visite guidate ogni ora, biglietto €2.

 
Durante il periodo di chiusura sono state apportate delle importanti migliorie nei vari musei civici. La Pinacoteca e il Forte Malatesta sono stati dotati di una nuova segnaletica interna ed esterna, di un accurato sistema di pannelli informativi e di un innovativo impianto illuminotecnico curato da iGuzzini lungo diverse sale espositive. Anche gli spazi della Galleria d’Arte Contemporanea “O. Licini” dedicati alle mostre temporanee sono stati oggetto di una riqualificazione illuminotecnica seguita dall’azienda marchigiana che da anni restituisce “una nuova luce ad alcuni dei più celebri luoghi del mondo grazie a impianti di illuminazione avanzati”.

Si ricorda inoltre che al momento della riapertura presso il Forte Malatesta saranno visitabili anche tre mostre: L’anima della Pietra. Giuliano Giuliani, Tino di Camaino e due maschere federiciane curata da Vittorio Sgarbi e Stefano Papetti nell’ambito della manifestazione culturale La Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi; Gli amici del criminale Cesare Battisti di Adriano Venturelli e una piccola esposizione di fotografie in bianco e nero scattate negli Anni 80 da Paolo Raimondi all’interno dell’ex carcere cittadino. Presso la Galleria d’Arte Contemporanea “O. Licini”, invece, fino al 12 giugno potrà essere ammirata la mostra dedicata alla Collezione Chigi, a cura di Alessandro Zechini dell’associazione Arte Contemporanea Picena. Il progetto ha visto un ampliamento degli spazi espositivi includendo al primo piano una terza stanza e l’utilizzo dell’intero secondo piano. 

Si ricorda che in base alle norme anti Covid19 l’ingresso ai musei è contingentato; è consigliata la prenotazione; è necessario mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro sia dagli operatori museali sia da eventuali altri visitatori; per l’intero tempo di permanenza i visitatori sono tenuti ad indossare la mascherina. In tutte le strutture sono messe a disposizione delle soluzioni idro-alcoliche per igienizzare le mani. All’ingresso il visitatore viene sottoposto al rilevamento della temperatura corporea. Se la temperatura percepita è superiore ai 37.5°, non è possibile accedere alle strutture museali.

Per prenotare e/o ricevere maggiori informazioni, telefonare ai seguenti numeri: 0736 298213 / 333 327 6129 o consultare il sito http://www.ascolimusei.it e le pagine FB ed IG di @ascolimusei.

LE SOLITE SCELTE INCOMPRENSIBILI

Con un ennesimo DPCM, il presidente Conte ha concesso la riapertura dei musei nelle regioni in fascia gialla, quindi le Marche non potranno ancora mostrare quanto conservano le numerose gallerie sparse per tutta la regione! Non solo, ma dimostrando una totale approssimazione decisionale, il medesimo DPCM consente l’ apertura soltanto dal lunedì al venerdì,
 quindi il fine settimana, quando solitamente i cittadini vanno a visitare i musei della loro città, li troveranno chiusi! Senza parole….

LA PRIMA MONOGRAFIA DEL PITTORE PIETRO TEDESCHI

E’ appena uscita la prima monografia del prolifico pittore pesarese Pietro Tedeschi che sul finire del XVIII ebbe un ruolo di rilievo nell’ambito della cultura artistica  protoneoclassica: ai suoi dipinti conservati presso la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno è dedicato nel volume un saggio di Stefano Papetti.