I capolavori d’arte della Pinacoteca Civica: “Il Cardinale Felice Centini” di Lazzaro Morelli

La seconda statua presente nella Sala del Pastorello su cui il Prof. Stefano Papetti pone l’attenzione è il busto de Il Cardinale Felice Centini, prelato ascolano vissuto nel 600, un’opera in marmo di Lazzaro Morelli. 
Nato a San Severino Marche ma da una famiglia ascolana, Morelli fu a lungo attivo a Roma presso la bottega di Bernini con il quale collaborò nella realizzazione di diverse figure della Fontana dei quattro fiumi in Piazza Navona e numerose statue di santi che coronano il porticato di Piazza San Pietro.

Il busto del Cardinal Centini ha come immediato modello di paragone il ritratto del Cardinale Scipione Borghese di Bernini, per la posizione della testa e l’atteggiamento disinvolto, le labbra dischiuse come se si accingesse a parlare, donando così movimento ed espressività.

L’opera fu donata alla Pinacoteca Civica nel 1921 da Antonio Maggiori.

 

 

 

 

Marta Peroni

Annunci

#educareallabellezza: studenti al Forte Malatestiano

C’è voluta la vandalizzazione della Barcaccia del Bernini a Roma da parte dei tifosi olandesi del Feyenoord per far capire ancora una volta agli italiani quanto sia importante proteggere e preservare i beni culturali, il che si può attuare anche attraverso una capillare “educazione alla bellezza“, senza la quale tutto il resto è vano. Quante volte anche i vandali nostrani hanno deturpato il patrimonio di città d’arte e paesi (attraverso scritte, graffiti e altre brutture) nell’indifferenza generale, dando segno solo di inconsapevolezza e beata ignoranza? Continua a leggere