“Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio” • Annibale Carracci

In questo terzo appuntamento con i capolavori d’arte della mostra “Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio” il prof. Stefano Papetti mette a confronto due dipinti di Annibale Carracci.

Si tratta di due versioni del medesimo soggetto appartenenti a due collezioni diverse: il primo proviene dalla Galleria dell’Accademia di Venezia per la collezione Foscari, il secondo fa parte della Collezione dei Principi Corsini dalla Galleria Nazionale d’Arte Antica di Roma.

San Francesco ha appena condotto una meditazione sul Cristo, e sembra ora volgere lo sguardo verso gli spettatori, come a voler invitarli a seguire l’insegnamento del figlio di Dio. Particolari interessanti, che possiamo vedere poi anche in altri quadri, sono la presenza di un teschio che spesso lo accompagna nelle sue meditazioni, di alcuni libri, e di una lucertola/salamandra, accanto al crocifisso, simbolo del fedele credente e rispettoso e della fede che preserva dal male.

Le due opere sono state poste vicine, per permettere così a visitatori e critici dell’arte di poter fare un adeguato confronto, anche se si attribuisce l’originalità al quadro di Venezia, per alcuni pentimenti dell’artista.

 

 

Marta Peroni

Annunci