La “Passeggiata Amorosa” di Pellizza da Volpedo in mostra a Madrid

Dopo il grande successo ottenuto alla mostra “Orti del Paradiso: capolavori d’arte dal XV al XXI secolo”, tenutasi presso il Filatoio di Caraglio da settembre a dicembre, che ha visto l’opera di Pellizza da Volpedo risaltare sulla copertina del catalogo e come logo della rassegna, il quadro è tornato in Pinacoteca.

senza titolo-0138

foto di Marta Peroni

Venerdì 11 dicembre, infatti, è stato posto nuovamente su una delle pareti della sala Fior di Vita, per essere ammirato da tutti i turisti e visitatori che arrivano in città.

Questo, però, solo fino a febbraio, perché la bellezza e il valore dell’opera hanno suscitato l’interesse della Fondazione spagnola Mapfre, che l’ha richiesta in prestito per inserirla in un’importante mostra che si terrà a Madrid da Febbraio a Giugno.

Continua a leggere

Annunci

La “Passeggiata amorosa” come immagine-guida della mostra “Orti del Paradiso: Capolavori d’arte dal XV al XXI secolo”

12004006_1693460430875960_7818660689902711047_n

È stata inaugurata il 5 settembre la mostra Orti del Paradiso. Capolavori d’arte dal XV al XXI secolo, punta di diamante del progetto più ampio organizzato, in varie sedi della Provincia di Cuneo, dall’Associazione Culturale Marcovaldo e intitolato Gusto e Bellezza. Dal Giardino alla tavola.

Immagine guida e logo di questa esposizione d’arte è uno dei gioielli della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno: Passeggiata amorosa – Idillio verde di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Un particolare del dipinto è stato anche utilizzato come immagine di copertina del catalogo edito da Skira.

Continua a leggere

Un pittore italiano alla corte del sultano d’Egitto

La Sala Fior di Vita della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno prende il nome da una scultura in marmo di Cesare Reduzzi (Torino, 1857 – ivi, 1912), che raffigura un nudo femminile dalla posa sensuosa ed estenuata, opera non priva di una certa finezza formale, giocando molto sul contrasto tra la pelle levigata della fanciulla e il basamento scabro ed essenziale, mentre il punto di raccordo è costituito dalle ciocche dei capelli che s’inanellano quasi come un vegetale.
Continua a leggere

Una Passeggiata amorosa nel giardino dell’Eden

Uno dei gioielli della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno è il tondo di Giuseppe Pellizza da Volpedo, noto come Passeggiata amorosa, ma che in verità si chiama Idillio verde (1898-1902 ca.), il quale andrà in prestito al Filatoio di Caraglio (Cuneo) per una mostra dedicata ai giardini nell’arte che prende il nome di Gli orti del paradiso: Gusto e bellezza dal giardino alla tavola. Capolavori d’arte dal 1500 al 1900.

Continua a leggere

Una passeggiata amorosa in Pinacoteca

Alla luce dei nostri tempi si può dire che sussista quasi una venatura pre-cinematografica in alcune studiatissime composizioni di Giuseppe Pellizza da Volpedo, nato nel 1868 e morto suicida nel 1907. Tutti possono rievocare facilmente con l’occhio della memoria Il Quarto Stato, un olio su tela composto tra il 1898 e il 1901 e conservato nella Galleria d’Arte Moderna di Milano. Continua a leggere