“Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio” • Il Guercino

Giovanni Francesco Barbieri, conosciuto come Il Guercino per un difetto agli occhi, è autore di numerose immagini della vita di San Francesco.
Nella mostra “Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio”, visibile nella Sala della Vittoria della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, sono proposte due sue opere.

In questo nuovo approfondimento a cura del Prof. Stefano Papetti, conosciamo meglio la Pala d’altare donata da Gabriele D’Annunzio alla Cattedrale di San Cetteo di Pescara.

Il dipinto rappresenta il Santo in adorazione del Crocifisso ed è stato realizzato negli anni della maturità dell’artista, che adotta uno stile pittorico più dolce e delicato, con toni dorati, ad emulare i modelli del classicismo di Guido Reni.

 

 

 

Marta Peroni

Annunci

I capolavori d’arte della Pinacoteca Civica: “La Sacra Famiglia” del Guercino

Nella Sala del Pastorello, elegante “salotto” giallo, accanto alle grandi tele e ad alcune statue, di cui abbiamo già approfondito in precedenza, si conservano e sono esposti anche disegni di diversi artisti.

L’attenzione del Prof. Stefano Papetti oggi si concentra su un disegno di Giovanni Francesco Barbieri, detto Il Guercino, nel quale ritrae la Sacra Famiglia” in un momento di intimità affettiva: San Giuseppe è al lavoro con una tavola in mano, mentre la Vergine, interrotta la lettura, assiste Gesù Bambino che  gioca con un uccellino legato a un filo.

Il disegno, pur nella sua semplice e veloce fattura, rivela la continua ricerca per i problemi di luce e di colore che costituiscono il modo caratteristico delle vicende artistiche del Guercino.

 

 

 

 

Marta Peroni