Galeotto Malatesta, tiranno sanguinario (Cap. I)

Le disgrazie non arrivano mai da sole. Nella prima metà del Trecento la città di Ascoli Piceno dovette sopportare la peste nera, la carestia, la fame, l’invasione delle locuste nelle fertili campagne, persino delle scosse di terremoto (tuttavia Sant’Emidio vegliava sulla città), ma anche il flagello forse più insidioso, poiché generato dall’avidità del cuore umano, ovvero la tirannia di Galeotto Malatesta, signore di Rimini. Continua a leggere

Annunci