Le ceramiche odorose chiamate Buccheri

In occasione delle tre giornate dedicate a Buongiorno Ceramica! (29-30-31 maggio) saranno esposte nel Museo di Arte Ceramica dei frammenti di vasi rossastri del Seicento chiamati “buccheri” (da non confondersi con il vasellame etrusco rinvenuto successivamente), la cui peculiarità è quella di emanare un gradevole odore di terra a contatto con l’acqua; riportiamo qui di seguito la scheda esplicativa dei manufatti.

I vasetti rossastri qui esposti, recentemente recuperati nei depositi della pinacoteca civica, hanno la peculiarità di emanare un gradevole odore di terra appena vengono inumiditi con dell’acqua. Questi frammenti di vasi prendono il nome di Buccheri e non devono essere confusi con il vasellame di provenienza etrusca, di colore scuro. Continua a leggere