La terra vista dalle donne: da Gina Pane a Moira Ricci

L’ultimo spazio della Galleria Licini, che ospita la mostra Qui non si canta al mondo delle rane, è dedicato alle opere di Moira Ricci.

Continua a leggere

Annunci

Due pittori lunatici nella Palazzina Azzurra

L’8 agosto 2015 è stata inaugurata nella Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto una mostra di pittura che si potrebbe definire “lunatica” e bizzarra. Ne parliamo qui per ovvie ragioni: il pittore vivente Walter Gasperoni incontra il pittore ormai defunto Osvaldo Licini, sotto il nome tutelare del poeta ormai asceso all’empireo della letteratura, ovvero Giacomo Leopardi.

Continua a leggere

Trascendenza e Videoarte nella Galleria Licini

Presso la Galleria Civica d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno è in corso la mostra Qui non si canta al mondo delle rane, che rientra nel progetto più vasto di arteincentro: mete contemporanee, organizzato dall’associazione culturale Arte Contemporanea Picena, a cura di Andrea Bruciati.

Continua a leggere

Un volo oltre il tempo e lo spazio con Mauro Brattini

Sabato mattina si è svolta l’inaugurazione della mostra di Mauro Brattini, “Oltre il tempo e lo spazio”, che si sviluppa all’interno della Galleria d’Arte Contemporanea “Osvaldo Licini”, presso il chiostro di Sant’Agostino. Le opere esposte sono quasi tutte polimateriche su tavola: si tratta di una tecnica pittorica ricca di effetti tattili e volumetrici sottili. I colori delle composizioni sono molto accesi (si va dal glicine all’azzurro, dal rosso al blu, fino al bianco brillante e madreperlaceo) e le figure paiono a prima vista enigmatiche. In verità, seguendo i suggerimenti forniti dal titolo della mostra e dai titoli molto precisi e pertinenti delle opere, si può agevolmente “squarciare il velo” della poetica dell’artista. L’espressione non è casuale. Infatti tali figure intendono suggerire una visione che si proietta “oltre il tempo e lo spazio”. L’arte può adottare solo metafore, può suggerirci realtà parallele alla nostra: il suo compito non è quello di dimostrare, bensì di intuire e mostrare. Continua a leggere

Ascoli Piceno: città da guardare, musei da vivere

Il centro storico di Ascoli Piceno somiglia a un’isola sulla terraferma, lambita da due fiumi, il Tronto e il Castellano, e circondata da una cupa vegetazione. Tutt’intorno si estende la città nuova, sorta nel dopoguerra.

Ma il cuore pulsante rimane sempre l’Ascoli medioevale, chiara e signorile, costruita con il travertino, che dialoga con il paesaggio circostante, da Colle San Marco al Monte Ascensione.

La bellezza di Ascoli si ravvisa proprio nell’armonia tra architettura e paesaggio, nel suo insieme urbanistico, dove chiese e monumenti, piazze e viuzze (chiamate rue) entrano in perfetta risonanza, facendone una delle più belle piccole città d’Italia. Continua a leggere