Rientra il dipinto di Pellizza da Volpedo

“Passeggiata amorosa” la preziosa tela di Giuseppe Pellizza da Volpedo della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno rientra dopo sei mesi durante i quali l’opera è stata esposta a Madrid e al MART di Rovereto in occasione della mostra “Dal Divisionismo al Futurismo”, visitata da più di 40000 persone che hanno potuto ammirare un capolavoro proveniente dalla città picena. Il prestito era subordinato alla concessione di una contributo da parte degli enti organizzatori grazie al quale nei prossimi mesi sarà possibile restaurare il trittico del pittore austriaco Pietro Alemanno raffigurante “Cristo morto fra i Santi Rocco e Sebastiano”.
38-pellizza
Annunci

Verona risponde ad Ascoli, per la proposta di prestito di Santa Lucia dell’Alamanno al museo di Castelvecchio

12247127_1067583703276258_8466132624117848316_n

Pietro Alamanno (Gottweich, c.1440-Ascoli Piceno, c.1498) – “Santa Lucia” (tempera su tavola cm. 93×32)

 

A seguito del trafugamento, da parte di ignoti, di 17 opere dal Museo di Castelvecchio, avvenuto il novembre scorso, il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, in accordo con il direttore dei Musei Civici, Stefano Papetti, ha deciso di prestare a Verona un quadro della Pinacoteca Civica “come segno di vicinanza e sostegno tra due città dotate di un grande patrimonio artistico”.
L’opera scelta è la tavola di Pietro Alamanno raffigurante Santa Lucia, anche perché il museo di Verona conserva un dipinto del pittore veneto Carlo Crivelli che, trasferitosi nelle Marche nel 1468, ebbe contatti con l’Alamanno e sono tra i più importanti artisti che hanno lavorato ad Ascoli.

Continua a leggere