Da Guercino a Licini: disegni dalle collezioni comunali di Ascoli Piceno

Da martedì 9 agosto sarà possibile ammirare nella Sala della Vittoria della Pinacoteca Civica una mostra dedicata ai disegni più importanti conservati presso le collezioni comunali, molti dei quali sono stati restaurati negli ultimi anni da Sergio Boni a Firenze e da Francesco Maggiori presso il laboratorio della Pinacoteca Civica.

22.giordano

Luca Giordano

Continua a leggere

Annunci

I capolavori d’arte della Pinacoteca Civica: “Ritratto di Giovanna Garzoni” di Carlo Maratti

La Sala del Pastorello deve il suo nome al marmo dell’artista napoletano Raffaele Belliazzi (Napoli 1835 – ivi 1917) che “riposa” al centro.
L’opera (Il riposo del pastorello) fu consegnata alla Pinacoteca Civica in deposito dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma nel maggio del 1917 e riscosse un grande successo all’Esposizione di Napoli del 1877 (tanto che lo scultore ne realizzò diverse versioni successive).

In questo elegante “salottino” giallo sono riunite alcune delle opere della pittura romana del ‘600 acquistate negli anni ’20 del Novecento dal Comune, quando la Pinacoteca era diretta dallo scultore Riccardo Gabrielli.
Tra i diversi dipinti l’attenzione del Prof. Stefano Papetti si è concentrata su due quadri di Carlo Maratti (detto il Maratta).

Oggi, in particolare, proponiamo il “Ritratto di Giovanna Garzoni“, pittrice e miniatrice nata in Ascoli nel 1600 e membro della celebre Accademia di San Luca a Roma.

Marta Peroni

Amori (museali)

Può capitare d’innamorarsi d’una ragazza effigiata in un dipinto, anche se costei ha ormai varcato da tempo la soglia dell’Oltretomba. La Pinacoteca Civica accoglie nelle sue sale e gallerie molte belle donne immortalate sulla tela e oggi vorrei parlarvi di quelle soavissime fanciulle che adornano la Sala delle Colonne al secondo piano. Continua a leggere