Visita mattutina alla Mostra “Francesco nell’Arte” e alla Pinacoteca Civica

20160427_105454In mattinata è giunto in Pinacoteca un gruppo di Parroci della Diocesi di Senigallia, accompagnati dal Direttore del Museo Diocesano e dal Vescovo della città, Mons. Francesco Manenti.

A guidarli lungo il percorso espositivo della mostra “Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio” è stato proprio il direttore dei Musei Civici di Ascoli Piceno, Stefano Papetti.
Dopo una prima accoglienza e spiegazione generale del motivo della mostra e delle tematiche e suddivisioni, presso la Sala Ceci, sono stati accompagnati nella Sala della Vittoria e illustrati particolari, storia, tecnica e simpatici aneddoti sui grandi capolavori d’arte presenti e i loro Artisti.

Continua a leggere

Annunci

L’energia dell’arte: “M’illumino di meno” in Pinacoteca Civica

Venerdì 19 Febbraio, alle ore 18, si è svolta in Pinacoteca Civica la visita guidata “al buio”, come adesione da parte dei Musei Civici al programma “M’illumino di meno”. Si tratta, come già detto, di un’iniziativa promossa da Caterpillar, un programma radiofonico cult di Radio2, orientata al risparmio energetico.

senza titolo-0004La visita guidata dal Prof. Stefano Papetti, coadiuvato dalla voce narrante dell’attrice Chiara Giorgi, ha riscontrato un grande successo di pubblico. Tutti i presenti sono stati riuniti nella Sala Ceci, dove il professore ha esordito con una premessa sul senso dell’iniziativa e sull’uso della luce nell’arte.

Si è posta soprattutto l’attenzione sul fatto che un pittore nel dipingere il proprio quadro facesse molto caso alla luce naturale presente nei luoghi e a come poterla riflettere e usare nelle sue opere. Oggi questi effetti particolari che l’artista voleva imprimere sulla tela si perdono molto con l’ausilio di luci artificiali.
Questa campagna è stata quindi l’occasione giusta per permettere ai visitatori di scoprire particolari e dettagli che solo tramite la luce delle candele o naturale son ben visibili.

Continua a leggere

I capolavori d’arte della Pinacoteca Civica: “Il ponte di Rialto col Palazzo dei Camerlenghi”

La Sala Ceci era l’antico foyer del Teatro ma, dopo la demolizione di questo, diventò sala del Consiglio Comunale, restando tale fino al riallestimento del 1988.
Degno di nota è il soffitto, decorato dal pittore Domenico Ferri, con un episodio di storia ascolana: la tempera rappresenta, infatti, l’Allegoria della guerra sociale di Ascoli contro Roma.

La sala è dedicata ad Antonio Ceci, medico ascolano di cui abbiamo più volte parlato. Qui sono conservati i quadri da stanza di piccolo formato e nella maggior parte dei casi settecenteschi, ma anche mobili lastronati in ebano con intarsi d’avorio, appartenenti alla sua collezione.

Tra le opere presenti, il prof. Stefano Papetti pone l’attenzione su una veduta del Canal Grande di Venezia, attribuita di recente al Maestro dei paesaggi della fondazione Langmatt, Apollonio Domenichini.

Pinacoteca…in Fiera!

Le feste natalizie sono l’occasione giusta per aprire le porte della Pinacoteca Civica con una serie di eventi a tema. Ed è proprio quello che è stato fatto domenica 27 e martedì 29, permettendo così a grandi e piccini di conoscere alcune delle opere più importanti, anche attraverso il gioco del “Mercante in Fiera”.

Continua a leggere

Il ritorno di Guido Reni

Mercoledì mattina era giorno di mercato e Piazza Arringo come al solito era gremita di bancarelle che aprono le loro tende ed espongono la mercanzia a prezzi modici. Ma era anche un giorno importante per la Pinacoteca Civica. Infatti sono rientrati da Bologna due dipinti andati in prestito alla mostra a cura di Vittorio Sgarbi, Da Cimabue a Morandi. Felsina pittrice, ospitata presso Palazzo Fava Palazzo delle Esposizioni fino al 30 agosto 2015. Continua a leggere

Turismo culturale svedese e il San Girolamo di Pier Francesco Mola

Spesso lo sguardo dei turisti stranieri sull’Italia è più acuto e ammirato di quello degli stessi italiani, che si sono ormai abituati all’eccesso di bellezza che li circonda. Ricordiamo spesso i diari e i taccuini del Gran Tour, tra Settecento e Ottocento. Ma anche oggi è possibile riscoprire il territorio e l’arte del Belpaese con uno sguardo più moderno. Questo venerdì pomeriggio, nell’affascinante cornice della Sala Ceci della Pinacoteca Civica, si è tenuta la presentazione di un libro utile e prezioso: Piccoli centri dell’Italia centrale, una guida turistica in svedese. Era presente la coautrice: Agneta Modig Tham. L’evento è stato organizzato dalla sezione di Ascoli di “Italia Nostra“. La presentazione è stata preceduta da una lezione sul “Gran Tour degli architetti nordici”, tenuta dal Prof. Antonello Alici dell’Università Politecnica delle Marche. La Sala Ceci è la cornice ideale per simili argomenti: impossibile descrivere la quantità di bei quadri che la adornano. Si può dire solo che a sinistra la Dama con levriero (La castità?) di un Pittore emiliano del XVII secolo commuove l’animo con la dolcezza della sua pelle luminosa, mentre a destra sonnecchia un grasso puttino: in verità si tratta del Gesù Bambino dormiente di Domenico Piola. Continua a leggere