Banksy presso la Pinacoteca Civica

Dal 10 al 15 settembre, nell’ambito del Festival “Controvento” nella Sala Ceci della Pinacoteca Civica sarà esposta la celeberrima “Girl with the baloon” dell’artista chiamato Banksy: un’occasione da non perdere per vedere una creazione del grande street artist che si è conquistato una notorietà planetaria per la sua efficacissima strategia di comunicazione, basata sul mistero della sua identità e sul nascondimento.

I vincitori della VI edizione della Biennale Internazionale di Ceramica “Tra Modernità e Tradizione”

Sabato 28 agosto scorso, nella Sala De Carolis della Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno, sono stati comunicati i nomi dei vincitori della VI edizione della Biennale Internazionale di Ceramica “Tra Modernità e Tradizione” promossa dal Comune di Ascoli Piceno: l’emergenza Covid ha imposto di ritardare la proclamazione fino ad oggi per l’impossibilità di riunire i membri della commissione giudicatrice che è stata convocata il 26 agosto per  vagliare i manufatti pervenuti.

Il tema di questa edizione, bandita alla fine del 2019, riguardava le condizioni ambientali del pianeta, quasi presagendo ciò che sarebbe accaduto nei mesi successivi: il Covid ha determinato una rinuncia  a partecipare da parte di alcuni artisti stranieri ( soprattutto turchi, egiziani, cinesi e giapponesi) che , pur essendo stati selezionati della commissione sulla base della fotografie dei manufatti da loro realizzati, si sono poi trovati impossibilitati ad inviarli per le difficoltà logistiche incontrate. Nel complesso sono pervenute più di cinquanta opere fra le quali la giuria ha individuato quelle meritorie dei premi e di segnalazioni per la loro particolare attinenza al tema proposto e la  qualità tecnica.

Il Primo Premio è andato all’artista sloveno Ferdinand Zorz, il secondo all’ artista Paola Laghi di Brisighella, il terzo all’artista Sonia Mascioli di Amatrice: la commissione ha anche ritenuto di segnalare le opere dell’artista Alessio Spalluto di Urbino e dei fratelli Bartoloni di Montelupo.

Tutte le opere saranno esposte sino al 17 ottobre 2021 presso il chiostro del Museo dell’Arte Ceramica secondo gli orari di apertura della struttura museale.

Per informazioni e prenotazioni :

info@ascolimusei.it

0736-298213

Ferdinand Zorz

Paola Laghi
Sonia Mascioli

F.lli Bartoloni
Alessio Spalluto

Mostra Collezione Caggiano

Dal 19 giugno al 31 agosto 2021
Inaugurazione sabato 19 giugno ore 17:30
Sala Cola dell’Amatrice, via D’Ancaria (Ascoli Piceno)

Massimo Caggiano, dopo la mostra La Stanza Segreta a cura di Vittorio Sgarbi, tenutasi a Gualdo Tadino (PG) dal maggio 2019 a gennaio 2020, propone un’altra esposizione-evento di opere della sua collezione dedicata all’amore per la vita di Gesù qui in terra tra noi. Questo evento consentirà al pubblico di ammirare una selezione di opere, che rientrano nella Collezione Massimo Caggiano, una delle raccolte d’arte contemporanea più significative e rappresentative soprattutto per l’Italia (ma non solo) degli ultimi trent’anni di pittura e scultura d’immagine, sia per la qualità delle opere scelte sia per l’ampiezza del panorama artistico, anche internazionale, che vi è documentato. La mostra, promossa dall’Amministrazione Comunale della città di Ascoli Piceno grazie al Sindaco Marco Fioravanti e all’assessore alla cultura Donatella Ferretti, e grazie alla partecipazione della Fondazione Carisap nella figura del suo Presidente Angelo Davide Galeati, è a cura dello stesso Massimo Caggiano, con testimonianze in catalogo di testi che esprimono tre prospettive con cui leggere la parabola umano-divina del Cristo: il “Sentire” cristiano di  Monsignore Leonardo Sapienza, il “Sentire” filosofico del Presidente Marcello Pera e il “Sentire” artistico del critico d’arte Cesare Biasini Selvaggi. L’esposizione sarà inaugurata sabato 19 giugno, alle ore 17:30 (e non alle ore 18:30 come precedentemente comunicato) presso la Sala Cola dell’Amatrice.

La mostra è accompagnata da un catalogo e sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 16 alle ore 19. 

«La città di Ascoli Piceno è lieta di ospitare Massimo Caggiano e la sua mostra “Il cammino di Gesù tra noi”» ha dichiarato il Sindaco Marco Fioravanti. «Uno straordinario progetto espositivo, fondato su quel legame tra fede e arte tornato ancor più attuale in questo periodo di profonda emergenza sanitaria e sociale. Un connubio che in tanti hanno riscoperto durante la pandemia, e che emerge con forza dalle splendide opere degli artisti coinvolti». 
All’inaugurazione parteciperà anche l’Assessore alla Cultura Donatella Ferretti: «La mostra coinvolge e trascina lo spettatore in un vortice di emozioni e sensazioni: amore e passione, purezza e tenerezza, ricerca della quotidianità e spirito di fratellanza. Attraverso la mostra curata da Massimo Caggiano si potrà ripercorrere il valore della dignità umana, che è conoscenza e scoperta della propria anima e del proprio Io».